Coltivare le Piante in Vaso

La scelta di coltivare le piante in vaso, oltre che essere vincolata alla non disponibilità di un giardino, è data dal fatto che alcune non sopravviverebbero in piena terra durante la stagione invernale.
Inoltre il vaso permette di decorare con fiori zone diverse quali: bordi di vialetti, terrazze, ecc.
Indipendentemente dal tipo di fiore coltivato la cura del vaso deve essere particolarmente attenta e continua.

L’Esposizione

Posizionate le piante vicino ad una fonte di luce: la collocazione migliore è vicino ad una finestra; in genere le piante con foglie variegate hanno bisogno di più luce rispetto a quelle del tutto verdi . Ruotate spesso i vasi, in modo che la pianta riceva la luce da tutte le parti e cresca in modo uniforme; una crescita irregolare dipende da un cattivo posizionamento. Per far crescere diritte le piante d’appartamento ruotate di frequente i vasi di circa 45° in modo equilibrato. Le piante tendono a piegarsi verso la luce.

Pulire le foglie delle piante

Per avere foglie lucide spolveratele con un piumino.
Poi mettete qualche foglia di glicerina su un panno e passatelo delicatamente sulle foglie.
La glicerina è da preferire all’olio di oliva perché non attira la polvere. Per lucidare le foglie potete anche usare acqua e latte in quantità uguali.

Irrigazione

Deve essere eseguita quando la terra è secca. A questo scopo sono utilissimi i segnalatori per irrigazione da conficcare nella terra del vaso che indicano quando essa è troppo secca. Durante le ferie, usate i gocciolatoi automatici,  innaffiate le piante regolarmente e con la giusta quantità d’acqua (è preferibile l’acqua piovana) regolarsi in base al diametro del vaso (un vaso piccolo va innaffiato più spesso di uno grande). I vasi devono permettere un buon drenaggio della terra, l’acqua non deve mai ristagnare.

Manutenzione

I vasi non devono mai essere disposti in zone troppo ventose o con forte umidità in quanto le piante soffrono tali condizioni.
In generale tutti gli eccessi sono da evitare: sole cocente, freddo eccessivo, pioggia battente, ecc.
I fiori vanno quotidianamente liberati da petali e foglie secche e protetti dal gelo mettendoli al riparo quando giunge la stagione fredda. Tenere le  piante in un ambiente a temperatura costante (in genere 18-20 gradi), distanti dai termosifoni accesi e dalle correnti d’aria  Se si vuole che le foglie siano lucide, prima si spolverano con un piumino, poi si passano con un panno inumidito con qualche goccia di glicerina.  E’ importante sapere che le foglie sono i primi indicatori dello stato di salute delle vostre piante: se ingialliscono o si raggrinzano vuol dire che la pianta è malata.

La piccola potatura

La potatura delle piante è una attività fondamentale per migliorare le piante stesse e favorire la loro crescita.
Si tratta, in pratica di eliminare una parte della pianta per forzarla a crescere, fiorire o fare frutti nel modo migliore.
Per questo motivo il tipo di potatura può essere vario in quanto dipende sostanzialmente dal risultato che si vuole ottenere.  Per accorciare un rametto che cresce troppo, tagliate diagonalmente appena sopra una gemma esterna.
Per rimuovere invece i rami interi, tagliate rasente al tronco o al ramo principale.
I tagli devono essere praticati con utensili affilati , per evitare schiacciature o frangiature che potrebbero infettare la piante. Criteri per la potatura

Fertilizzazione

La terra del vaso fornisce un alimento limitato alla pianta per cui le piante vanno fertilizzate almeno una volta ogni 15 giorni con sostanze liquide da immettere nell’acqua di irrigazione.
In commercio vi sono numerosi tipi di concimi, ideali per: piante verdi, fiori, rampicanti, arbusti, ecc.
Conviene sempre chiedere informazioni sull’adeguatezza del fertilizzante rispetto alle piante che si vogliono rinvigorire. Si possono utilizzare anche fertilizzanti in stick appositi bastoncini (“stick”) di fertilizzante chimico che si conficcano nella terra del vaso in modo che possano cedere lentamente gli elementi nutritivi.
Nelle istruzioni sono chiaramente indicate le quantità e i tempi di applicazione a seconda delle dimensioni della pianta e del vaso. Dare sempre il concime seguendo le istruzioni indicate sulla confezione del prodotto e sempre a terreno umido.

Il Rinvaso.

Quando la pianta necessita di rinvaso, sostitute solo di una misura in più  il vecchio vaso