Organizzare il matrimonio

Se avete deciso di fare il fatidico passo in direzione del matrimonio, non vi resta che organizzare tutto, anche i più piccoli dettagli, perché le nozze siano perfette. Consultando questa guida pratica, potrete trovare consigli pratici per organizzare il vostro matrimonio, in modo semplice ed economico. Ma il primo consiglio è di non fare in modo che il più bel giorno della vostra vita sia preceduto dai giorni, quelli dedicati ai  preparativi, stressanti e ansiosi: è il vostro matrimonio, perciò fatevi pure consigliare ed aiutare da chi vi sta accanto, ma siate sempre voi a scegliere e a decidere.

In primo luogo, per organizzare un matrimonio, bisogna scegliere la data, anche se all’inizio è solo indicativa, e contemporaneamente scegliere e prenotare il luogo della cerimonia. Far conciliare le due cose può non essere affatto semplice: potrebbe capitare che la chiesa oppure il locale per il rinfresco non siano disponibili nello stesso giorno da voi scelto. Perciò, sarebbe preferibile iniziare i vostri preparativi almeno un anno prima. Bisogna, infatti, parlare con il parroco, anche per il corso prematrimoniale, oppure con il sindaco del vostro Comune, per preparare la documentazione necessaria ed allo stesso tempo confrontare la disponibilità della chiesa con la disponibilità del luogo per il rinfresco, per poi prenotarli entrambi.

Nello scegliere la data del vostro matrimonio, fate attenzione a non creare coincidenze con altri eventi, magari con altri matrimoni di amici e parenti.

Il luogo del ricevimento dipende molto dalle vostre possibilità economiche, ci sono ville, castelli, case in campagna ed alberghi, ma l’importante è scegliere un luogo che renda il matrimonio indimenticabile per voi e per i vostri familiari. Per la scelta sarà utile anche valutare i pro ed i contro delle varie strutture per i ricevimenti, soprattutto rapportandoli alle vostre esigenze. (In questo vi potrà essere di aiuto l’argomento trattato nella tabella in alto).

Nel momento in cui avete trovato il locale più adatto alle vostre esigenze, concordate il tipo di rinfresco. Potrete allestire un buffet in piedi, indubbiamente più veloce e probabilmente meno costoso, ma sicuramente più stancante. Il buffet è, generalmente, più economico perchè i camerieri non devo servire ai tavoli, ma rimangono dietro il tavolo del buffet a preparare le portate.
In alternativa al buffet, potete organizzare un pranzo o una cena, con tutte le portate che si convengono, ma con il rischio di prolungare eccessivamente i tempi del matrimonio. Per la scelta più consona, sarebbe meglio tenere presenti anche i gusti dei vostri familiari e comunque potrete farvi consigliare anche dal ristoratore. Questi ha organizzato molti più matrimoni di voi, però, ricordatevi sempre che siete voi a pagare e lui ad intascare i vostri soldi. Infine, solo quando avrete definito tutto, mettendo nero su bianco, gli verserete una caparra.
Adesso passiamo al momento più divertente nell’organizzazione del matrimonio: l’abito da sposa.

Gli stilisti propongono molteplici modelli dalle diverse tonalità, che vanno dal tradizionale bianco al color oro, oppure al più eccentrico abito da sposa in rosso. Proprio per questo motivo, non entrate nel primo atelier che vi capita a tiro e provando tutti gli abiti da sposa presenti in negozio, perché non farete altro che confondervi le idee oppure vi ritroverete con un vestito da sposa che gli altri hanno scelto per voi. Cosa fare? Iniziate a farvi un’idea dei modelli, sfogliando le riviste o magari su internet e, così, potrete confrontarli e capire lo stile che vi piace. Ma attenzione, non sempre il modello che più vi piace è quello che calza meglio. Dovrete considerare molti aspetti del vostro fisico, che, in base alla necessità, dovrete mettere in risalto oppure camuffare; ad esempio, se avete un seno prosperoso non potete di certo indossare un corpetto a balconcino, che, oltre a farvi apparire inadeguata, vi ostacolerebbe nei movimenti. La comodità è importante, perché quel giorno avrete molte cose da fare. Una volta scelto l’abito da sposa, fissate almeno tre appuntamenti per le prove, di cui, una, almeno qualche giorno prima delle nozze e se proprio volete stare tranquille, controllate tutto proprio il giorno prima… …non si sa mai.

Gli accessori (scarpe, intimo e gioielli) da indossare potete sceglierli nello stesso atelier dove avete preso l’abito da sposa, così risparmiate tempo. Ma se volete risparmiare anche soldi, vi consiglio di scegliere delle scarpe non eccessivamente particolari, ad esempio bianche o con rifiniture adatte esclusivamente per l’abito da sposa, in modo che potete utilizzarle anche per altre occasioni. Invece, per quanto riguarda il gioiello, il galateo lo vieterebbe, ma la moda è cambiata, perciò via libera. Tuttavia, il consiglio è di non prendere qualcosa di vistoso, perchè distoglierebbe l’attenzione da voi; con il punto luce andate sul classico e se siete superstiziose, ricordate che ogni perla equivale ad un lacrima da versare. Un’ultima cosa: ovviamente niente borsa!
Insomma ce ne sono di cose da fare per organizzare un matrimonio, perciò buon divertimento!